escursione

Proposte per conoscere il territorio, camminando…

Il 2021 lo immaginiamo in NATURA! E in compagnia. In giro a piedi, con la curiosità di scoprire nuovi percorsi e di ripercorrere quelli conosciuti. Per osservare, ascoltare e respirare aria buona.
A piedi, perché camminare fa bene al corpo e alla mente.
Ogni proposta sarà particolare, mirata ad approfondire alcuni temi, in tutte le stagioni. Cammineremo tra i boschi e lungo i corsi d’acqua.
Ci faremo affiancare da guide ed esperti per riconoscere, per esempio, le fioriture primaverili, approfondire il mondo dei funghi, capire come comunicano tra loro le piante, scoprire le orchidee con i loro “inganni” per riprodursi e sopravvivere, osservare i comportamenti degli ungulati, dei rapaci e dei picchi… Ci faremo guidare nel riconoscimento e utilizzo delle erbe spontanee e delle bacche commestibili. Seguiremo itinerari alla scoperta di grandi alberi che hanno fatto parte della storia dei loro luoghi. Ci lasceremo condurre lungo percorsi legati alla memoria.
Cercheremo di conoscere meglio il territorio del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, cammineremo in Valdarno, sul Monte Giovi, in Valdisieve. Andremo in Romagna. E a camminare sulla spiaggia. Studieremo itinerari nuovi, anche da voi segnalati.
Percorsi brevi per i piu’ pigri, al tramonto per i piu’ romantici, percorsi impegnativi per chi avrà voglia di mettersi alla prova. Cercheremo di organizzare, se possibile, tappe con degustazioni, per assaporare cibi genuini.

Alberi a perdita d’occhio, un inseguimento di rilievi che non conosce stanchezza, qualche cima piu’ alta, famosa, leggendaria. Da lassù, quasi quasi viene voglia di montare su una bicicletta, seguire le curve, danzare con il vento e… lasciarsi trasportare! Oppure, mettersi a correre urlandoooooo!

Una parte dei territori dei comuni di Londa e San Godenzo si trova nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna (versante fiorentino). Molti sono i percorsi dal  notevole interesse naturalistico, storico e paesaggistico.

Come capire se è un percorso adatto a noi. Sintesi di alcuni gradi di difficoltà dell’escursionismo:

Turistico (T): Escursioni abbastanza brevi che non richiedono particolare esperienza o preparazione fisica su mulattiere o sentieri ben segnati senza particolari problemi. I dislivelli sono inferiori ai 500m. Sono percorsi adatti a tutti, compresi bambini e persone dalla vita tendenzialmente sedentaria: una bella occasione per una gita fuori porta, tra sport, natura e relax.

Escursionistico (E): Sono escursioni con itinerari mediamente lunghi (circa 10/15km) che si volgono quasi sempre su sentieri. Richiedono una certa esperienza e conoscenza del territorio montagnoso, allenamento alla camminata, oltre a scarpe da trekking ed equipaggiamento adeguati.

Escursionisti Esperti (EE): Itinerari non sempre segnalati e che richiedono una buona capacità di muoversi sui vari terreni di montagna (come sentieri  su terreno impervio o scosceso, con pendii ripidi e scivolosi, ghiaioni e brevi nevai superabili senza l’uso di attrezzatura alpinistica). Necessitano di una più che buona esperienza di montagna e preparazione fisica (uso delle mani in alcuni punti e assenza di vertigini). Occorre inoltre avere un equipaggiamento ed attrezzatura adeguati, oltre ad un buon senso d’orientamento. Normalmente il dislivello è superiore ai 1000m.